Power bank classiche o solari? Confronto, guida alla scelta, opinioni e classifiche degli utenti

Le batterie portatili esterne sono una categoria di prodotti in continua evoluzione. La grande richiesta di power bank  ha generato anche una grande varietà di modelli differenti presenti sul mercato. I modelli che si possono trovare in commercio sono molto differenti tra di loro. Una delle più grandi distinzioni tra modelli riguarda l’alimentazione. Esistono infatti le power bank classiche, alimentate a corrente elettrica, e quelle solari, che si ricaricano con la luce del sole.

Come scegliere dunque tra queste due tipologie? In questo articolo ti aiuteremo nella scelta del giusto modello per le tue esigenze facendo un confronto dettagliato sui diversi modelli. Individueremo inoltre i modelli più amati dai consumatori e le diverse opinioni a riguardo.

Power bank: un accessorio indispensabile

L’epoca in cui viviamo è dominata da una fortissima esposizione tecnologica. I nostri dispositivi elettronici sono perennemente connessi e con essi anche noi. Le batterie dei nostri telefoni e tablet risentono del costante uso e tendono a scaricarsi velocemente. Per questo motivo si ha sempre più la necessità di poter ricaricare le batterie anche fuori casa durante la giornata.

In aiuto a questa crescente necessità sono arrivati sul mercato le power bank. Si tratta di un caricabatterie portatile in grado di ricaricare i nostri dispositivi in modo veloce senza la necessità di una presa di corrente.

In breve tempo questi accessori tecnologici si sono fatti strada sul mercato diventando un oggetto must have per la maggior parte delle persone.

Power bank classica, le caratteristiche principali di un accessorio tecnologico per tutti

La power bank classica è stata il primo esempio di questo genere di accessorio apparso sul mercato. Si tratta infatti della più semplice delle alternative che si possono trovare sul mercato. Questo tipo di dispositivo funziona in modo classico. Per ricaricarsi ha bisogno di essere collegato ad una presa della corrente o ad un computer tramite una presa usb. Una volta ricaricato il caricabatterie sarà in grado di fornire la carica necessaria ai nostri dispositivi tecnologici al momento più opportuno.

A seconda della potenza della power bank che scegliamo si potranno ricaricare smartphone, smartwatch, fotocamere, ma anche laptop e tablet.

Questo genere di batteria portatile è molto utile nella vita di tutti i giorni, quando alle nostre batterie serve un’aiuto, ma anche in viaggio. Con una singola carica della power bank sarà possibile infatti mantenere la batteria dei nostri dispositivi carica a lungo, senza la dipendenza dalla presa elettrica.

La power bank classica è perfetta infatti per viaggi in treno o in aereo, o durante gli spostamenti quotidiani in autobus e metro.

Quando scegliere una power bank classica?

La scelta più classica risulta sicuramente l’acquisto di un dispositivo di questo genere. La maggior parte degli utenti infatti ha bisogno di un accessorio che funga da supporto per le attività quotidiane dei nostri dispositivi.

Scegli dunque questo genere di accessorio se ti occorre per brevi viaggi o per la vita di tutti i giorni. Considera che la carica di una power bank in genere può coprire la carica del tuo smartphone per circa 4 volte. Esaurita la carica avrai necessariamente bisogno di una presa elettrica per ricaricare la batteria portatile. In assenza di corrente la power bank classica è del tutto inutilizzabile.

Power bank solare: tutto quello che c’è da sapere

L’alternativa più in voga alla power bank classica è la versione con integrazione di alimentazione a luce solare. Nella maggior parte dei casi l’alimentazione a pannelli solari funziona infatti soltanto da integrazione ad un’alimentazione a corrente elettrica. Questo perché la dimensione dei pannelli fotovoltaici che è possibili installare sulla piccola superficie di un power bank non è elevata. Utilizzando soltanto l’energia solare ci vorrebbe davvero molto tempo per ricaricare un dispositivo di medie dimensioni.

Per questo genere di dispositivi è infatti consigliato effettuare una ricarica da presa usb prima di utilizzarlo per ricaricare i dispositivi.

La possibilità di ricaricare tramite la luce solare però può essere davvero molto utile in determinate situazioni. Le power bank solari sono infatti l’ideale per chi ama stare all’aria aperta, per chi fa escursioni o campeggio.

La maggior parte dei dispositivi solari se esposti alla luce del sole possono integrare la ricarica dei dispositivi, permettendo alla power bank di non scaricarsi troppo durante la ricarica.

Quando scegliere una power bank solare

La power bank solare è un’ottima scelta per gli appassionati di attività all’aria aperta e di campeggio. Avere la possibilità di ricaricare tramite energia solare può essere un grande vantaggio in condizioni particolari e quando si sta nella natura per molto tempo.

La maggio parte delle power bank solari sono anche costruite in modo molto solido e sono adatte ad essere sottoposte a maggiore stress. Alcune sono anche impermeabili. 

La maggio parte degli utenti che sceglie questo genere di accessorio infatti è molto soddisfatto e ne consiglia l’acquisto se si hanno esigenze simili.

Sono laureata in comunicazione e sono una redattrice editoriale ed editor. Sono appassionata da sempre al mondo della scrittura e ho trovato la mia dimensione nelle scrittura per il web. Amo leggere e il mondo editoriale in genere. Sono inoltre appassionata di tematiche che riguardano la tecnologia e il digitale.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Caricabatterie