Come usare in modo corretto un caricabatterie a induzione

I caricabatterie a induzione sono dei dispositivi per la ricarica tra gli ultimi arrivati sul mercato. Si tratta di una tecnologia senza fili che permette di ricaricare smartphone e altri dispositivi senza bisogno di collegare nessun cavo.

Essendo modelli nuovi c’è ancora poca chiarezza su quale sia l’utilizzo più corretto di questi caricabatterie. L’utilizzo è molto facile e intuitivo e per questo si rischia di fare degli errori quando lo si utilizza.

Alcuni comportamenti infatti potrebbero compromettere l’integrità del caricabatterie o anche danneggiare la batteria del cellulare collegato ad esso.

Per questo in questo articolo vogliamo darti delle indicazioni su come usare in modo corretto un caricabatterie a induzione. Vedremo nel dettaglio di cosa si tratta e ti daremo dei consigli per allungarne la vita e utilizzarlo in modo corretto. Continua nella lettura se vuoi saperne di più.

Caricabatterie a induzione: la tecnologia wireless per la ricarica

I caricabatterie wireless sono l’ultima novità in campo di accessori per la ricarica. In particolare la tecnologia a induzione è una delle più utilizzate nei caricabatterie senza fili che permettono la ricarica senza collegamento.

L’induzione è particolare processo che è utilizzato molto comunemente in molti congegni elettrici come ad esempio i piani cottura a induzione. Attraverso l’induzione si ha la generazione di energia che viene trasmessa attraverso il contatto tra due elementi in grado di condurre l’energia.

In modo molto semplificato questo processo è quello che avviene anche nei caricabatterie a induzione. Questa caratteristica è da tenere bene a menta quando si pensa all’acquisto di un caricabatterie a induzione. Per funzionare infatti è necessario che il nostro smartphone supporti questo genere di tecnologia. Il primo errore che si può fare addirittura in fase di acquisto è quello di scegliere un caricabatterie non compatibile con i nostri dispositivi.

Consultate bene la lista di dispositivi compatibili che è presente per ogni modello di caricabatterie a induzione e cercatene uno che sia compatibile con quello che dovete ricaricare. Purtroppo questa tecnologia è disponibile soltanto per gli smartphone di ultima generazione.

Come utilizzare un caricabatterie a induzione

Il caricabatterie a induzione ha una forma davvero semplice e lineare e il suo utilizzo è intuitivo e molto comodo. La maggior parte dei modelli si presenta sotto forma di un disco sul quale sono posizionati i sensori di ricarica. La superficie può essere anche di diversa forma ma in ogni caso deve essere piana per consentire l’appoggio in sicurezza del dispositivo in ricarica.

Spesso sulla superficie della base di ricarica sono presenti dei gommini che impediscono lo scivolamento del telefono quando viene posto in carica. La base di ricarica ha un cavo che deve sempre essere collegato alla corrente elettrica per funzionare. La base infatti non ha nessuna autonomia in caso di mancanza di corrente.

Per far funzionare il caricabatterie a induzione vi basta collegarlo ad una presa domestica. I caricabatterie a induzione non hanno bisogno di nient’altro per funzionare. Non è necessario infatti nessun tipo di sincronizzazione o di impostazione. Una volta collegato alla presa funzionerà con tutti i dispositivi compatibili.

Per far partire una ricarica a induzione vi basta appoggiare il dispositivo che intendete ricaricare sulla base di ricarica, in corrispondenza con il segno che indica la presenza del segnale di ricarica.

Una volta sistemato il cellulare sul caricabatterie, la ricarica partirà in automatico. Semplice no?

Alcune indicazioni per il corretto funzionamento di un caricabatterie a induzione

Il caricabatterie a induzione è un sistema di ricarica molto comodo che permette anche di proteggere i nostri dispositivi dalla potenziale usura di connettori e entrate usb. Non avendo bisogno di essere collegati tramite cavi, smartphone e altri dispositivi saranno sottoposti a meno usura.

Allungare potenzialmente la vita di un dispositivo è già di per sé un buon motivo per dotarsi di questo genere di sistema di ricarica.

I caricabatterie a induzione sono particolarmente indicati per essere posizionati vicino a postazioni di lavoro o anche sul comodino. L’importante è che si tratti di una superficie piana. Posizionare infatti un caricabatterie a induzione su una superficie non esattamente in piano potrebbe essere pericoloso per i dispositivi che ci collegheremo. Non avendo nessun collegamento tra base di ricarica e smartphone esso potrebbe cadere.

Possedere un caricabatterie a induzione è l’ideale per mantenere in carica lo smartphone per tutto il giorno, magari mentre stiamo lavorando, solamente tenendolo appoggiato.

È importante ricordare infine che i caricabatterie wireless limitano l’utilizzo dei dispositivi quando sono in carica. Dovendo stare appoggiati sulla superficie della base di ricarica potrebbe non essere molto comodo utilizzare lo smartphone mentre è incarica.

In conclusione possiamo certamente affermare che i caricabatterie a induzione sono una grande innovazione per comodità e velocità di utilizzo in campo di dispositivi di ricarica. Se il vostro smartphone è compatibile con questo sistema di ricarica ti consigliamo di valutare l’acquisto di questo genere di accessorio tecnologico all’avanguardia.

Sono laureata in comunicazione e sono una redattrice editoriale ed editor. Sono appassionata da sempre al mondo della scrittura e ho trovato la mia dimensione nelle scrittura per il web. Amo leggere e il mondo editoriale in genere. Sono inoltre appassionata di tematiche che riguardano la tecnologia e il digitale.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Migliori Caricabatterie